Trofeo World Series 2012 - Jarama

Giuseppe Fascicolo / Giorgio Sernagiotto

Romagnoli e Sernagiotto aprono il Trofeo


Inizio di stagione avvincente per il Trofeo World Series Maserati, con ben 25 equipaggi che si sono sfidati su uno dei circuiti più affascinanti e gloriosi, Jarama, dove in passato la F.1 è stata teatro di tanti memorabili duelli. Su questo tracciato, impegnativo, tecnico, cosiddetto "da pelo", dove il pilota riesce ancora a fare la differenza, sono emersi subito due tra i più esperti del gruppo, Riccardo Romagnoli e Giorgio Sernagiotto, affiancati l'uno da Edo Varini e l'altro da Giuseppe Fascicolo.

Romagnoli e Sernagiotto hanno svettato sin dalle prove, rispettivamente nella prima e nella seconda sessione di qualifica; poi si sono aggiudicati l'uno la prima, l'altro la seconda gara, dimostrando di avere tutte le carte in regola per lottare per il titolo.

Anche Cedric Sbirrazzuoli, in coppia con Alessandro Chionna, è apparso particolarmente competitivo, concludendo gara-1 al secondo posto ad appena 0"137 da Romagnoli. Molto temibile è stata inoltre la coppia composta da Riccardo Ragazzi e Alan Simoni, entrambi in grado di portare a casa un buon risultato.

Per quanto riguarda tali equipaggi, per loro sarà comunque fondamentale quanto riusciranno a risultare equilibrati nel corso della stagione. Il Trofeo World Series può essere infatti affrontato sia in coppia - con i due piloti che disputano una gara sprint ciascuno e si alternano in quella endurance, negli eventi in cui questa è prevista - che da concorrenti singoli. In considerazione di questo, l'incontro di Jarama ha messo pertanto in evidenza come potenziale prossimo protagonista anche Renaud Kuppens. Il belga ha raccolto poco, a causa di una scelta sbagliata di gomme in gara-1 e di noie ai freni in gara-2; in tutto il weekend, però, ha fatto registrare tempi molto interessanti e ha dimostrato di aver un buon passo in gara.

Tra gli altri concorrenti scesi in capo da soli si è fatto notare anche Andrea Dromedari, che è andato progressivamente migliorando, qualificandosi al terzo posto nella griglia di gara-2, ottenendo un quarto e un secondo posto nelle due gare. Inoltre, ha sorpreso il marocchino Youssaf El Marnissi, che a sua volta si è costantemente migliorato, in gara si è dimostrato molto combattivo e ha portato a casa un inaspettato terzo posto in gara-2.

It was a great race and one where I drove on the limit all the way through.

Giorgio Sernagiotto

GARA 1: Romagnoli tenta la fuga iniziale e poi vince in volata sul rimontante Sbirrazzuoli

Per un forte acquazzone prima del via, gara-1 è iniziata in regime di safety car, poi ha visto Romagnoli andare in testa e incrementare notevolmente il vantaggio su Sbirrazzuoli, Venier, Simoni e Dromedari, mentre Kuppens ha pagato la scelto di passare subito alle gomme rain, mentre la pista non si è poi asciugata. Sbirrazzuoli ha quindi rimontato tagliando il traguardo secondo ad appena 0"137, seguito da Simoni e Dromedari, autori di una bella lotta.

Race 1

Giuseppe Fascicolo / Giorgio Sernagiotto

GARA 2: Dominio di Sernagiotto seguito a distanza dai sorprendenti Dromedari ed El Marnissi


In gara-2, su asciutto, Sernagiotto non ha avuto rivali. All'inizio ha controllato molto bene gli attacchi di Kuppens e Dromedari, poi, dopo un intervento della safety car per un incidente, ha incrementato il vantaggio andando a vincere con un margine di 8"9. Tra i suoi inseguitori vi è stata una lotta incandescente, che ha visto prevalere Dromedari, seguito dal sorprendente El Marnissi, che nel finale è riuscito a sorpassare Kuppens, con problemi ai freni.