Quattroporte GTS - Esterni

An elegant performance

Quattroporte GTS

Un grande classico del design italiano reinterpretato in chiave moderna

La Maserati Quattroporte è una vettura fuori dal comune, come lo è il suo design. Sin dal 1963, conciliare stilisticamente la sportività e l’eleganza dell’ammiraglia italiana per antonomasia ha rappresentato una sfida affascinante per i più grandi designer: Pietro Frua, Bertone, Giorgetto Giugiaro, Marcello Gandini, Pininfarina. Oggi, l’ambasciatrice della più autentica filosofia Maserati si rinnova nel solco della tradizione, sublimando l’unione tra lusso e potenza.


La celebre calandra è il punto di partenza di una silhouette inconfondibile

Seppur decisamente più generosa nelle dimensioni, la nuova Quattroporte nasce sulla scia delle progenitrici mantenendo un aspetto filante ed assolutamente dinamico. Punto di partenza di una silhouette inconfondibile è il caratteristico frontale: dalla tradizionale calandra ovale Maserati si sviluppano l’imponente cofano e i nuovi gruppi ottici anteriori, dotati di luci diurne con tecnologia led. Un elemento stilistico distintivo che rende la vettura immediatamente riconoscibile.

Una sinuosa linea di fiancata esalta l’innata sportività della vettura

I proiettori si estendono in verticale quasi ad anticipare l’andamento della linea di fiancata che, partendo dagli immancabili tre sfoghi d’aria dietro alle ruote anteriori, prosegue con un andamento sinuoso e muscolare fino ad accarezzare i nuovi gruppi ottici posteriori. Il montante posteriore triangolare, su cui spicca l’iconico logo Saetta, è un altro evidente richiamo alla tradizione ed esprime senza compromessi l’innata sportività del modello.

Forme sinuose, plasmate in galleria del vento, nascondo un abitacolo spazioso e confortevole.

Nuovi proiettori posteriori a led

La stretta finestratura a tre luci con porte senza telaietto esalta il forte dinamismo delle linee, donando alla vettura l’aspetto di una slanciata coupé. Gli avvolgenti proiettori posteriori, interamente a led, si integrano alla perfezione col disegno del paraurti e del cofano posteriore e sono uniti da un elemento centrale cromato che richiama le forme della calandra. Più in basso, ai lati, spiccano i doppi terminali di scarico trapezoidali in acciaio satinato.

Uno stile modellato dal vento

Le linee della Quattroporte, disegnate attorno ad un motore potente, racchiudono un abitacolo spazioso e nascono da profondi studi in galleria del vento. Molteplici interventi aerodinamici nella parte inferiore dell’auto hanno infatti permesso un miglioramento dei flussi nel sottoscocca, con una conseguente riduzione della resistenza all’avanzamento. Lo spoiler integrato nel cofano posteriore, infine, è progettato per generare carico alle alte velocità.